Glossario: inquinamento indoor

Negli ultimi trenta anni è stata prestata particolare attenzione alla riduzione dell'inquinamento esterno, ma solo recentemente la comunità scientifica internazionale si è occupata della contaminazione dell'aria negli ambienti chiusi.


Famiglia a tavola con maschere antigas


La presenza, all'interno delle abitazioni, di contaminanti fisici, chimici e biologici non presenti naturalmente nell'aria esterna, si definisce "inquinamento indoor".


Il problema viene accentuato dalla mancanza di un'adeguata ventilazione e, in alcuni casi, si possono registrare livelli di inquinamento anche molto elevati, alle volte addirittura superiori a quelli presenti fuori.


Le fonti contaminanti indoor sono varie e dipendono dalla tipologia costruttiva dell'abitazione, dal tipo di impianti installati e dallo stile di vita dei suoi occupanti.


Tra le principali si annoverano: i materiali da costruzione; gli impianti di riscaldamento, condizionamento e cottura dei cibi ecc.; gli arredi; i rivestimenti (pitture murali, vernici, pavimenti ecc.); prodotti per la manutenzione e la pulizia (detersivi, insetticidi ecc.); contaminanti provenienti dall'esterno.


Uno dei principali pericoli è costituito dai VOC (composti organici volatili), sostanze presenti in moltissimi prodotti di comune uso domestico. Uno dei tanti, probabilmente il più diffuso, è la formaldeide che si trova in moltissime sostanze di uso comune (solventi, colle, disinfettanti, cosmetici, carte da parati, stucchi, materiali isolanti ecc.).


Il rischio per la salute dipende dalla concentrazione (quantità per m3) e dall'esposizione (tempo di permanenza nell'ambiente).


Possono prodursi infiammazioni delle vie respiratorie, cutanee e degli occhi, disturbi e anomalie dell'apparato digerente, problemi neurologici e all'apparato riproduttivo.


La tossicità di un singolo inquinante viene spesso potenziata dall'associazione con altre sostanze; tra queste particolarmente efficaci sono le polveri, il fumo di sigaretta e i vapori generati dalla cottura dei cibi.


Altra forma di inquinamento indoor si deve al radon, un gas radioattivo presente nel terreno e in alcuni materiali usati nell'edilizia tradizionale (graniti, porfidi esposti all'aria).


Approfondimenti
Inquinamento Indoor
Sostanze inquinanti e tossiche negli ambienti interni


Image courtesy howstuffworks.com


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail