Irrazionalità sanitaria: un medico si dissangua per protesta

Dott. Ottavio IommelliIl Coordinatore del Centro Trattamenti non convenzionali dell'ospedale partenopeo San Paolo, dott. Ottavio Iommelli, si salassa ogni due ore per protesta contro la chiusura del Centro decisa dal Commissario Straordinario dell'ASL NAPOLI 1.


 Il Centro, che fornisce prestazioni di agopuntura, fitoterapia, terapie contro l'intolleranza alimentare e contro il dolore, si finanzia con i ticket degli utenti generando introiti all'ASL per oltre 200.000 euro l'anno.


Nonostante questo, il Commissario ha ritenuto necessario chiuderlo in quanto non ricompreso nelle Strutture che offrono Servizi Essenziali. L'ASL 1 dunque chiude le strutture in attivo e lascia aperte quelle in perdita. Pura irrazionalità o interessi occulti?



@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail