Glossario: probiotici e prebiotici

Una volta si chiamavano "fermenti lattici", oggi si preferisce parlare di probiotici, come microrganismi vivi che esercitano un effetto positivo sull'equilibrio dell''ecosistema intestinale, e di prebiotici, cioè sostanze non digeribili che stimolano l'azione dei probiotici promuovendone la crescita e lo sviluppo.


Batteri intestinali


Una "mistura" tra probiotici e prebiotici, la cui azione è sinergica sulla salute umana, viene definita simbiontica.


Studi condotti su neonati allattati al seno hanno evidenziato che la predominanza di batteri amici nella loro flora intestinale è dovuta principalmente ad alcune componenti del latte materno, in particolare agli oligosaccaridi, fibre indigeribili ma che operano da substrato a vari ceppi batterici provvisti di un'azione benefica sull'intestino del lattante.


Essi hanno quindi un effetto prebiotico e si è visto che, aggiungendoli al biberon, consentono di aumentare in modo naturale il numero di bifidobatteri nella flora intestinale anche dei bambini non allattati naturalmente.


Tra le varie sostanze di origine alimentare utilizzate come prebiotici, particolarmente efficaci sono considerati i FOS (fruttoligosaccaridi).


Anche per l'adulto, formulazioni simbiontiche forniscono maggiori vantaggi dell'uso dei soli probiotici, assicurando, con l'uso regolare, una flora intestinale sana ed equilibrata e di conseguenza ancora più ampi benefici sulla salute generale dell'organismo: buona digestione, protezione dalle infezioni intestinali, inibizione dei germi patogeni, rafforzamento del sistema immunitario ecc.


Approfondimenti
Linee guida probiotici e prebiotici
Studio sull'effetto dei prebiotici


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail