L'ONU dichiara l'acqua diritto umano universale

Logo di "Contratto Mondiale sull'acqua"Con 122 voti a favore e nessun contrario, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha sancito l'accesso all'acqua come diritto umano universale.


"Dopo tanti tentativi per ottenere il riconoscimento da parte della comunità internazionale di questo diritto ancora oggi negato, - commenta Rosario Lembo Presidente del Comitato Italiano Contratto Mondiale sull'acquale Nazioni Unite si sono convinte della necessità di ascoltare le richieste provenienti dalla società civile e dai governi dei paesi più poveri ed hanno abbandonato l'approccio adottato nella conferenza di Johannesburg di delegare alle imprese la 'mission' di garantire l'accesso all'acqua".


La risoluzione approvata segna un'importante inversione di tendenza da parte dell'ONU e rende incompatibile la gestione dell'acqua per scopi di profitto come avviene con le multinazionali e con il partenariato pubblico-privato, ma è necessario che la mozione si concretizzi in successivi atti attraverso precise proposte a carico degli Stati e della Comunità internazionale.


"Il diritto all'acqua dovrà essere pertanto riconosciuto - conclude Lembo - anche nel prossimo Forum di Marsiglia del 2012 smascherando le imprese multinazionali, che si propongono come gli attori più efficienti per garantire il diritto all'acqua per tutti entro il 2015".


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail