Naturalezza

Vulva paleolitica incisa su roccia a Abri Cellier (Dordogna, Francia)


Presso la tribù dei Fon nel Dahomey (Africa Occidentale), la madre massaggia dolcemente durante il bagno quotidiano il clitoride della figlia, fa cadere per circa dieci minuti un leggero getto d'acqua sulla vulva, tira le labbra della vulva e le accarezza il sedere. Questo procedimento che viene ripetuto finchè la bambina non  compie quattro anni, ha lo scopo di impedire che successivamente la figlia non sviluppi alcun desiderio sessuale e quindi diventi frigida, restando senza figli.


Hans Peter Duerr, Nudità e Vergogna, p. 119


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore


 


 

  • shares
  • Mail