Niente soldi per il nucleare pulito

Disegno di un reattore a fusioneSi stima che attraverso la fusione termonucleare controllata, l'idrogeno pesante, pur costituendo una piccolissima parte del peso della terra, consentirebbe di soddisfare il crescente bisogno di energia dell'umanità addirittura per miliardi di anni!


E' una tecnologia studiata fin dalla seconda metà degli anni '50 del secolo scorso e che ha prodotto già alcuni interessanti risultati in ambito industriale, sanitario e domestico, ma procede lentamente e con difficoltà non essendo la ricerca in questo campo sufficientemente incoraggiata.


ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor), il più grosso progetto sull'energia da fusione e punta di diamante della ricerca nucleare internazionale (vi partecipano Unione europea, Stati Uniti, Cina, Giappone, India, Russia e Corea del sud), rischia di bloccarsi per mancanza di sovvenzioni. Tra gli altri, anche il nostro governo ha già fatto sapere che non contribuirà.









 Image courtesy Aaron Gage

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore



 

  • shares
  • Mail