Dieta mediterranea contro l'Alzheimer

Disegno di alimenti che entrano nella testa


Uno studio della Columbia University di New York condotto dal team di Nikolaos Scarmeas, membro dell'American Academy of Neurology, ha evidenziato come la dieta mediterranea possa ridurre il rischio di sviluppare l'Alzheimer proteggendo dai danni cerebrali che causano perdita di memoria.


Lo studio ha coinvolto 712 persone. I ricercatori hanno preso in considerazione la loro dieta e le loro funzioni cerebrali. Dopo sei anni sono state effettuate le scansioni cerebrali dei soggetti osservati mediante risonanza magnetica funzionale.


Dai risultati è emerso che 238 persone avevano subito danni almeno in una piccola porzione di cervello. Le persone che seguivano una dieta completamente mediterranea mostravano un rischio inferiore del 36% di di avere aree cerebrali danneggiate e chi la seguiva parzialmente correva un pericolo più basso del 21% rispetto a coloro che osservavano la dieta americana standard.


"La dieta mediterranea può essere associata a un minor rischio di sviluppare l'Alzheimer e può allungare la sopravvivenza delle persone affette da questa malattia", ha concluso Nikolaos Scarmeas, che ha coordinato lo studio.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: