Schizza l'acqua in Borsa

Mani sotto rubinetto aperto


Venerdì 20 novembre 2009 - In una giornata tragica per le borse europee, solo alcuni titoli hanno fatto registrare guadagni nelle quotazioni, a volte persino clamorosi. Aziende in alcuni casi poco note (Mediterranea delle acque è avanzata di oltre il 14%, dopo il +14,2% del giorno prima), Acque Potabili è volata al +27% (+21,19 mercoledì). È andata bene anche la romana Acea, e Iride ha perso quasi nulla. Ma il fenomeno è tutto e solo italiano. La multinazionale francese Veolia, per esempio, ha perso tranquillamente oltre il 2%, a Parigi. Bisogna dire che «gli analisti», questa volta, non hanno fatto fatica - contrariamente al loro solito - a spiegarsi il perché. Dove lo trovi più, al mondo, un governo nazionale che ti privatizza l'acqua senza battere ciglio? [Il Manifesto]


Leggi:
Le Regioni alla guerra
Forum mondiale dell'acqua: tutte le mosse per bloccare la legge


Image courtesy bretagne-environnement.org


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail