Glossario: influenza

Influenza deriva dal latino "influentia", cioè dall'antica credenza che la comparsa delle epidemie dipendesse dalle congiunzioni sfavorevoli delle stelle.


Il virus dell'influenza



E' una malattia stagionale infettiva provocata dal virus ARN della famiglia degli orthomixovirus, che fu isolato per la prima volta nell'uomo nel 1933 in Inghilterra (ma in precedenza erano stati isolati virus influenzali sia da polli che da suini).


Le prime descrizioni di sintomi simil-influenzali risalgono al V sec. A.C., in Grecia, e si ritrovano durante tutta l'era cristiana, evidenziando come l'influenza sia presente da millenni nella popolazione umana.


Indagini di sieroarcheologia su sieri di persone nate nella seconda metà dell'Ottocento hanno evidenziato che virus antigenicamente simili a quelli attualmente circolanti erano già presenti nell'uomo nel secolo passato.


I sintomi dell'influenza sono: infiammazione della mucosa nasale, della faringe e della congiuntiva, mal di testa, mialgia severa spesso generalizzata con presenza di febbre e brividi di freddo.


Il periodo di incubazione è breve: 1-3 giorni. Il contagio avviene tramite le secrezioni rinofaringee e la diffusione dell'epidemia è molto rapida: dopo 15 giorni dai primi casi registrati si diffonde ad ampie aree geografiche (intere nazioni o continenti).


Approfondimenti
Come agisce il virus dell'influenza
Le più comuni complicazioni dell'influenza


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail