Bambini troppo vivaci: le alternative agli psicofarmaci

Oggi per i bambini "troppo vivaci" c'è il rimedio pronto e rapido per farli star buoni: psicofarmaci.


Bambini che saltano in allegria



E' sempre più diffusa infatti la diagnosi di ADHD (sindrome da iperattività e deficit dell'apprendimento), che in realtà "etichetta" ma non approfondisce le reali cause del problema ed è la base per la prescrizione di farmaci i cui effetti collaterali comportano seri rischi sia sul piano fisico che mentale.


Oltre all'educazione e all'ambiente familiare e sociale ci sono studi che individuano nell'alimentazione l'origine di alcuni disturbi del comportamento.

Si è ad esempio dimostrato che alcuni additivi o sostanze di sintesi presenti in alimenti di preparazione industriale, come i coloranti, influenzano l'equilibrio psichico di adulti e bambini.


Ma, nonostante le evidenze scientifiche, a causa della dipendenza di ampia parte della ricerca dalle lobby farmaceutiche si indaga poco in questa direzione e se ne parla ancora meno.


Anche gli studi sulle terapie alternative agli psicofarmaci incontrano grosse difficoltà ad essere pubblicate ed è perciò difficile rendere note le sperimentazioni inerenti.


Il dr. Stefano Scoglio, nutrizionista, direttore del CRN (Centro di Ricerche Nutriterapiche del Dipartimento di Scienze Naturali dell'Università di Urbino) spiega gli effetti psichici degli additivi alimentari e racconta la sua esperienza con i rimedi naturali in un'intervista a Ecoradio.






@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail