Un film può cambiare la politica?

Parebbe di sì stando alle congetture sugli effetti dell'andata in onda di "Home", il film girato da Yann Arthus-Bertrand e prodotto da Luc Besson, il 5 giugno scorso sulla TV francese.


La pellicola viene vista sul canale pubblico France 2 da circa 8,3 milioni di telespettatori, con il 33% dell'audience. Nelle elezioni dei giorni successivi si verifica l'inaspettato grande successo della lista Europe Ecologie, guidata da Daniel Cohn-Bendit assieme all'ex magistrato anti-corruzione Eva Joly e il leader no global José Bové.


Che ci sia stata o no effettivamente relazione tra i due eventi, lo spirito con il quale il film è stato realizzato è per l'appunto quello di determinare un cambiamento. Esso rappresenta un inno d'amore per la Terra, la nostra casa, e punta a sensibilizzare il grande pubblico sulle tematiche ambientali, attraverso la bellezza delle meraviglie offerte dalla natura, oggi minacciate dall'intervento umano.


Home è stato proiettato in contemporanea nelle sale di 126 paesi del mondo per la giornata mondiale dell'ambiente ed è visibile anche gratuitamente su youtube.









Il trailer del film


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: