Uova e salmoni: che bel colore!

Preparazione con verdure, salmone e uovoUn tempo quando le galline erano allevate nell'aia e nutrite con granoturco e vegetali si riconoscevano quelle sane dalla maggiore quantità e dall'intenso colore arancione del tuorlo delle uova da esse deposte.


Se invece le uova erano poche e il tuorlo rosso pallido, voleva dire che le galline erano denutrite o malate.


Ciò si è perpetuato nel ricordo e ancora oggi molti preferiscono le uova il cui rosso ha una colorazione forte.


Per far contento il consumatore anche con le uova di gallina allevate in batteria, si aggiunge perciò un colorante (E161g) al mangime che fornisce quel bel colore arancione che vediamo quando apriamo un uovo.

E così abbiamo l'illusione di mangiare ancora le uova della fattoria.


L'E161g (cantaxantina) è approvato come additivo alimentare anche per dare la tipica colorazione a salmoni e trote d'allevamento.


La somministrazione orale del colorante è seguita da un deposito di cantaxantina nei tessuti. Nel pollame l'organo bersaglio principale è il fegato e secondariamente pelle, grasso e uova. Nei pesci il tessuto bersaglio è la pelle.


In merito al parere richiesto dall'EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) sui limiti massimi di residui (MRL) della sostanza nei prodotti alimentari, il gruppo di esperti scientifici sugli additivi e i prodotti o le sostanze usati nei mangimi (FEEDAP) sostiene che la pratica attualmente autorizzata di somministrare cantaxantina a galline ovaiole, polli da ingrasso e salmonidi attraverso il mangime non desta preoccupazioni per la sicurezza del consumatore.


Sarà, ma io preferisco ancora le uova del contadino e rimpiango le trote di fiume.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: