Protezione immunitaria naturale

Macrofago in azione


Ieri dicevamo del fondamentale ruolo svolto dalle cellule NK per garantire l'efficienza del sistema immunitario e combattere efficacemente i virus influenzali e abbiamo visto come le microalghe possono aiutare a stimolarle.


L'alga Klamath contiene in particolare uno specifico polisaccaride (immunon), presente nell', che è un potente agente immunomodulante naturale.


Gli studi hanno mostrato infatti che esso è 10 volte più efficace di altri lipopolisaccaridi nella mobilizzazione dei macrofagi e senza effetti collaterali.[1]

Immunon è il principale agente responsabile dell'azione della Klamath sulla mobilizzazione fino al 40% entro due ore dall'assunzione delle cellule NK (vedi post precedente), ma con una particolarità importante: la stimolazione immunitaria non produce attivazione parallela di altre molecole immunitarie che producono radicali liberi, come le PMN (cellule polimorfonucleate), che assieme ai neutrofili sono la principale fonte dell'ossidazione e infiammazione endogena.[2]


Inoltre la Klamath ha un contenuto molto elevato di caroteni (beta, alfa, gamma ecc.), la cui valenza antiossidante ne incrementa le proprietà di supporto immunitario.


Esistono speciali formulazioni fitonutrizionali, contenenti estratti di Klamath, specificamente elaborate per il potenziamento e la regolazione fisiologica delle difese naturali dell'organismo.


-------------------------------
1. Pugh N., Pasco D.S., Characterization ofhuman monocyte activation by a water soluble preparation of Aphanizomenon Flos Aquae, in Phytomedicine, 8(6), 2001, pp.445-453; Pugh N., et al., Isolation of three high molecular weight polysaccharides with potent immunostimolatory activity from Spirulina Platensis, Aphanizomenon Flos Aquae and Chlorella pyrenoidosa, in Pianta Medica, 67 (2001), 737-42.
2. Gitte J. Jensen, et al., Consumption of Aphanizomenon Flos Aquae Has Rapid Effects on the Circulation and Function of Immune Cells in Humans, in Journal of American Nutraceutical Association (JANA), V0L.2, n°3, Jan. 2000, pp. 50-58.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail