Acidi grassi essenziali in diagnosi e prevenzione

Il Prof. Massimo CocchiAbbiamo spesso parlato nel blog dell'importanza degli AGE (acidi grassi essenziali) sia dal punto di vista nutrizionale che fisiologico. Riportiamo oggi una notizia riferita al loro ruolo anche per la diagnosi e il monitoraggio di importanti patologie.


L'evidenza sperimentale ottenuta in questi ultimi anni dal Prof. Massimo Cocchi, Professore di Biochimica della Nutrizione (Scottish Agricultural College) e della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna, ha confermato che è possibile, attraverso l'analisi degli acidi grassi delle piastrine, validare la diagnosi di Patologia Cardiovascolare Ischemica.


Attraverso uno studio su 110 individui di cui 50 patologici (ischemici) e 60 controlli (non ischemici) ha messo in evidenza una chiara suddivisione fra popolazione normale e patologica ottenuta dal confronto tra gli acidi grassi piastrinici, quindi nella identificazione di markers (acido oleico, acido linoleico e acido arachidonico), attraverso l'elaborazione di una rete neurale artificiale[1] che consente di supporre che qualunque individuo presenti un profilo di acidi grassi piastrinici tale da collocarlo nell'area degli individui patologici, possa essere considerato ad alto rischio di patologia cardiovascolare ischemica anche se non rilevata alle classiche indagini funzionali e biochimico-cliniche di normale routine di valutazione.


L'acido oleico - è emerso - rappresenta l'elemento di maggiore criticità e di possibile intervento per la correzione del fenomeno.


Fonte: teatronaturale


-------------------------------
1. La rete neurale artificiale (RNA) è un modello matematico, applicato ad un software, costruito su una base di algoritmi che per risolvere il problema per cui viene creato prende a modello la corteccia cerebrale e la capacità di imparare dall'esperienza e in maniera totalmente autonoma. La maggior parte dei programmi OCR che permettono di riconoscere le lettere di un testo inserito in uno scanner è basata su tecnologia di reti neurali artificiali.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail