Probiotici contro la stanchezza cronica

Uomo affetto da stanchezza cronicaLa sindrome da stanchezza cronica (CFS) è una malattia dalle origini ancora in gran parte misteriose che si manifesta con una sensazione di fatica contro cui nessun riposo è efficace e che si accentua con piccoli sforzi.


Si stima che ne siano colpiti almeno 150 mila italiani e, tra le ipotesi sulle cause che scatenano la sindrome, la più fondata indica un difetto del sistema immunitario. Ma per quanto riguarda le cure, non esiste a tutt'oggi una terapia risolutiva.


Uno studio del Karolinska Intitutet di Stoccolma, pubblicato sulla rivista Nutrition Journal, ha verificato che l'introduzione di probiotici nel regime alimentare dei pazienti affetti dalla patologia potrebbe alleviarne i sintomi e consentire uno stile di vita più regolare.


La ricerca è stata condotta su un gruppo di volontari affetti da stanchezza cronica, monitorati per un periodo di 2 settimane. Dopo le prime analisi, è stato chiesto di aggiungere alla dieta i probiotici.


Dai risultati è emerso che circa la metà dei pazienti aveva registrato un miglioramento del grado di stanchezza, mentre solo in uno era peggiorato. Un terzo dei partecipanti avevano poi mostrato segni di ripresa fisica, altri ancora dei benefici a livello mentale.


Secondo gli studiosi, tuttavia, la combinazione di diversi fattori è la base per individuare i pazienti con sintomi da affaticamento cronico in grado di trarre giovamento dal'uso dei probiotici, per consentire la realizzazione di trattamenti personalizzati.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: