Micronutrienti: lo zinco/2

Modello dell'atomo di zincoLo zinco, essendo implicato, come cofattore per la produzione dell'insulina, nel metabolismo degli zuccheri e anche nella fabbricazione delle proteine, è indispensabile per l'accrescimento corporeo e muscolare e lo sviluppo psicofisico.


Permette inoltre la maturazione degli organi sessuali maschili, favorendo la produzione di testosterone e di spermatozoi vitali, e aiuta la buona funzionalità della prostata; è comunque fondamentale sia per la fertilità maschile che per quella femminile.


Lo zinco è necessario nella produzione delle prostaglandine, che sono sostanze ormonosimili, a partire dagli acidi grassi essenziali, importanti per il controllo dei processi infiammatori e per mantenere la giusta densità del sangue.

Partecipa alla produzione del SOD, l'enzima antiossidante, rafforza i processi immunitari, aumentando la resistenza alle infezioni, e interviene nella cicatrizzazione di ferite e ustioni.


Ha infine un ruolo importantissimo nel proteggere e riparare il DNA della cellula.


Carenze dietetiche così come lo stress, il fumo o l'alcool in eccesso esauriscono le riserve di zinco.


Sono sintomi di carenza le macchie bianche sulle unghie, la mancanza di appetito, il pallore, l'acne, la scarsa fertilità, la bassa resistenza alle infezioni, lo squilibrio mentale ed emotivo.


La carenza di zinco viene inoltre citata come un fattore nel diabete, nell'ipoglicemia e in quasi tutte le malattie più gravi ad andamento cronico o degenerativo.


La carenza di zinco durante la gravidanza può determinare un ritardo della crescita fetale, e malformazioni a carico del sistema nervoso centrale e dell'apparato scheletrico.


Allo zinco è legato anche il rilascio di vitamina A dal fegato, ed è possibile accusare sintomi di carenza di vitamina A, mentre la carenza riguarda lo zinco.


Supplementazioni di zinco sono particolarmente indicate negli squilibri dell'ipofisi, nella cicatrizzazione difettosa delle ferite, nel prostatismo, nel diabete e quando le difese immunitarie sono scarse. [II - fine]


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail