Mal di testa: migliora mangiando bene

Impiegato colpito da emicraniaIl mal di testa è diventato una vera e propria malattia sociale. In Italia ne sono colpiti più di 6 milioni di persone e il disturbo causa la perdita di migliaia di ore di lavoro.


Come spiega il dott. Daniele Aprile in un articolo su Psiche e Soma, ne sono affette in prevalenza le donne e si distinguono 13 tipi differenti tra emicrania e cefalee.


Raramente la patologia trova una soluzione definitiva e le armi a disposizione per combatterla sono esclusivamente sintomatiche: antinfiammatori e antidolorifici, con rischio nei casi cronici, dove l'uso di farmaci è più frequente, anche di spiacevoli effetti collaterali.


La corretta nutrizione può essere di grande aiuto. Specifiche ricerche hanno mostrato che somministrando sostanze antiossidanti a pazienti che soffrono di cefalea, la loro condizione migliora notevolmente e gli attacchi diminuiscono fino praticamente a dimezzarsi.


Occhio all'alimentazione quindi in caso di emicrania e alle buone fonti di antiossidanti naturali. E' consigliato, in funzione coadiuvante, l'uso di appropriati nutraceutici che danno spesso ottimi risultati.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail