Enzimi e allergie

Enzimi e substratiUna delle aree più importanti direttamente legate alla cattiva digestione enzimatica degli alimenti è quella delle allergie, e delle patologie autoimmuni e infiammatorie.


E' infatti noto che frammenti molecolari dei cibi indigeriti, in particolare quelli di origine proteica, rientrano in circolo attraverso la membrana intestinale, scatenando nel tempo tutta una serie di reazioni immunitarie che possono sfociare dapprima nelle allergie, e poi in gravi forme infiammatorie e autoimmuni.


La supplementazione di enzimi fungali può costituire un valido supporto nutriterapico in questi casi.[1]


Abbiamo visto nel post precedente come la carenza di enzimi esogeni, e la conseguente iperstimolazione del pancreas a produrre enzimi digestivi, generi una attivazione anomala dei leucociti.


Studi hanno mostrato che assumere enzimi è efficace nel prevenire la formazione di immunocomplessi che causano infiammazione intestinale cronica tipica di patologie come la colite o il morbo di Crohn.[2] 


---------------------------------------
1. La terapia enzimatica ha prodotto miglioramenti del 60% in casi di artrite reumatoide. I.Horger, et al., Zirkulierende Immunokomplexe bei poliarthritis-pstienten, Natura und Ganzheitsmedzin, 1988, 117.
2. Stauder G., Ransberger K. et al., On the use of hydrolytic enzymes as adjuvant therapy in AIDS/ARCILAS patients, Biomedicine et Pharmacotherapie, 1988, 42: 31-34.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail