Enzimi e sistema immunitario

enzimi fungali al microscopioEsiste una stretta relazione tra enzimi digestivi e gli altri enzimi antiossidanti e sistemici.


E' noto infatti che il livello dei leucociti nel sangue si innalza dopo un pasto. Ciò è dovuto al fatto che i leucociti sono ricchi di enzimi, in particolare di amilasi, ma anche di proteasi e lipasi, che utilizzano per svolgere la loro azione immunitaria.

E' stato ipotizzato che quando vi è carenza di enzimi digestivi, i leucociti cessano di operare come agenti immunitari e cedono i loro enzimi al processo digestivo. Subito dopo un pasto abbondante saremmo quindi più vulnerabili agli attacchi virali e alle infezioni e in generale le insufficienze enzimatico-digestive possono indebolire il nostro sistema immunitario.


Ciò vale, sembra, anche per lo stress immunitario prodotto dall'esercizio fisico intenso. E' stato provato che atleti che assumevano supplementi enzimatici prima dell'attività sportiva producevano quantità molto minori di linfociti.[1]


L'integrazione di enzimi fungali ad ampio spettro quindi, oltre ad avere effetti benefici diretti sulla digestione, agisce anche sulla funzionalità immunitaria, riducendo lo stress pancreatico e la quantità di macromolecole indigerite che, alterando la risposta immunitaria, sono la causa principale delle allergie e possono aprire la strada anche alle patologie autoimmuni.


--------------------------------------
[1] Anthony J. Chicoke, Enzymes and Enzyme Therapy, Keats Pubi., New Canaan, CT, 1994, p. 159.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail