La protonutrizione per la prevenzione delle allergie

Libro sulla nutrizione primordialeSembra che gli acidi grassi essenziali svolgano un ruolo importante nella protezione dalle allergie. Come abbiamo visto, le microalghe selvatiche sono una fonte ricca e bilanciata di questi importanti nutrienti.


Aggiungiamo che un'ottima sorgente complementare di eicosanoidi derivati dagli omega 6 e omega 3 è l'olio algale, ricco in particolare di DHA, che ha diversi vantaggi sia nutrizionali che ecologici rispetto all'olio di pesce, anch'esso fonte di omega 3. Ne abbiamo parlato qui.


Per l'azione preventiva sul piano immunitario sono da considerare, come abbiamo visto, anche altri principi protonutrizionali, tra cui la proteasi di origine fungale.

Tornando alle microalghe, sappiamo che la Klamath è un'efficace modulatore naturale del sistema immunitario, capace da una parte di stimolare la rapida mobilitazione dal sangue ai tessuti e agli organi delle cellule NK (le molecole del sistema immunitario delegate ad uccidere cellule cancerose e infette da virus)[1] e di mobilizzare rapidamente i macrofagi[2]; dall'altra questa complessa azione immunomodulante[3] si esplica senza accrescere il rischio di aumento della infiammazione endogena. Infatti la microalga produce una moderata diminuzione nell'attività delle cellule PMN (polimorfonucleate), che assieme ai neutrofili sono la principale fonte dell'ossidazione e infiammazione endogena.[4]


Fondamentale è infine la potente azione antinfiammatoria svolta dalle ficocianine di cui è ricca la Klamath.[5]. Nel prossimo post vedremo come attuare in pratica un programma protonutrizionale protettivo-immunitario.


--------------------------------------------------
[1] Gitte J. Jensen, et al., Consumption of Aphanizomenon Flos Aquae Has Rapid Effects on the Circulation and Function of Immune Cells in Humans , in Journal of American Nutraceutical Association (JANA), Vol.2, n3, Jan. 2000, pp. 50-58; Manoukian R., et al., Effects of the blue green algae Aphanizomenon Flos Aquae on human natural killer cells, in Savage, L., ed., Phytoceuticals , IBC Library Series, 1998, 233-241.
[2] Pugh N., Pasco D.S., Characterization of human monocyte activation by a water soluble preparation of Aphanizomenon Flos Aquae, in Phytomedicine, 8(6): 445-453.
[3] G. Jensen e colleghi hanno chiarito come non si possa parlare di immunostimolazione diretta, ma piuttosto di una immunomodulazione probabilmente generata tramite il sistema di comunicazione intestino-cervello. Gitte J. Jensen, et al., Consumption of Aphanizomenon Flos Aquae Has Rapid Effects on the Circulation and Function of Immune Cells in Humans, in Journal of American Nutraceutical Association (JANA), Vol.2, n3, Jan. 2000, pp. 50-58, p. 56.
[4] Ibid., p. 55.
[5] Romay, C. et al., Antioxidant and Antinflammatory Properties of C-phycocyanin from Blue-Green Algae, in Inflamm Res, 1998, Jan.; 47(1): 36-41. Romay C., et al., Further studies on anti-inflammatory activity of phycocyanin in some animal models of inflammation, in Inflamm Res, 1998, Aug; 47(8): 334-8.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail