Nutriterapia: vantaggi dei protonutrimenti

alimenti nutraceuticiCome abbiamo più volte ribadito, parlando dell'importanza dei micronutrienti, uno dei principali vantaggi dell'uso dei cibi selvatici primordiali, rispetto a quello di integrazioni singole o parziali dei comuni supplementi, è che in essi ciascun nutriente funziona bene ed è fortemente potenziato perché in una sinergia completa e bilanciata con tutti gli altri.


Aggiungere protonutrimenti ai pasti dà sicuramente una marcia in più alla nostra nutrizione, poiché essi hanno uno spettro molto ampio e completo di nutrienti e in più essi sono ancora integri, non avendo subito l'impoverimento e la devitalizzazione dei cibi attuali.


La chiave è nella sinergia e nella biodisponibilità, più che nel numero o nella quantità, e un buon prodotto, o meglio un programma, nutriterapico dovrebbe contenere sia protonutrimenti ad ampio spettro nutrizionale come microalghe e supercibi verdi, sia enzimi di origine preferibilmente fungale, sia buoni ceppi probiotici resistenti e vitali.


Probiotici e enzimi favoriscono la pulizia e la rigenerazione dell'intero tratto gastro-intestinale. Uniti alle microalghe selvatiche, ne potenziano e accrescono ulteriormente le già eccezionali proprietà nutriterapiche.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail