Prevenire l'invecchiamento con le ficocianine

Modello in 3D di membrana cellulareLe ficocianine sono i pigmenti che forniscono la tipica colorazione alle microalghe. Esse hanno importanti capacità antiossidanti, prevenendo e inibendo la perossidazione lipidica che causa l'usura cellulare e proteggendo in tal modo il DNA dal danno ossidativo causato dai radicali liberi.


I radicali liberi sono normali sottoprodotti del catabolismo metabolico. In condizioni fisiologiche vi è uno stato di equilibrio tra la produzione endogena di radicali liberi e la loro neutralizzazione da parte dei meccanismi anti-ossidanti di difesa. Quando prevale la produzione di radicali si viene a determinare un danno, definito stress ossidativo, che, a lungo andare, comporta un progressivo logorio delle cellule, che è tra le cause principali dell'invecchiamento.


Ciò avviene attraverso la perossidazione dei lipidi delle membrane cellulari. Infatti gli acidi grassi polinsaturi, che sono i maggiori costituenti dei fosfolipidi di membrana, sono altamente suscettibili all'insulto dei radicali liberi e all'autossidazione, innescando una complessa sequenza di eventi attraverso i quali le catene di acidi grassi dei fosfolipidi di membrana sono convertiti in una serie di prodotti di frammentazione.


Dal processo si generano acidi grassi a basso peso molecolare come la malonildialdeide (MDA) che viene utilizzata per il monitoraggio del processo.


La ricerca ha mostrato che le ficocianine, estratte da microalghe, possono ridurre considerevolmente la malonildialdeide fino ad annullare l'ossidazione cellulare.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail