Acqua potabile geneticamente modificata

Istantanea di gocce d'acquaIn corso di sperimentazione presso la Duke University l'acqua gm, cioè geneticamente modificata.


Si tratta di un metodo innovativo, usato dai genetisti, per ottenere la potabilizzazione senza impiegare cloro o altri disinfettanti, e rimuovere i microrganismi.


E' stato presentato ufficialmente a Boston nel congresso della Società Americana di Microbiologia. Sarà, dicono gli scienziati, una vera e propria rivoluzione nei sistemi di filtraggio e purificazione.


I ricercatori sono riusciti a bloccare la replicazione di virus e batteri mediante la tecnica dell'interferenza dell'Rna che consiste nell'azionare interruttori molecolari chiamati micro-Rna per accendere o spegnere i geni.


Sara Morey, la responsabile del progetto spiega: "I nostri dati dimostrano che è possibile silenziare l'azione di uno specifico gene in un fungo che vive nell'acqua". Conclude: "Riteniamo che l'interferenza dell'Rna promette di diventare uno mostro marinostrumento per silenziare geni al fine di controllare la proliferazione di batteri e virus che vivono nell'acqua".


Noi comuni mortali semplicemente ci chiediamo: sarà anche sicuro? Non vorrei trasformarmi, dopo essermi dissetato, in una inquietante creatura...


Leggi qui il report dello studio.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail