Ossigeno e radicali liberi

L'ossigeno che respiriamo viene utilizzato dalla cellule per produrre energia, ma una piccola parte (circa il 5%) dà origine ai radicali liberi, prodotti residui del metabolismo cellulare utili per l'eliminazione di germi e batteri patogeni.


Si tratta però di molecole instabili e fortemente ossidanti. Hanno infatti un elettrone spaiato nell'ultimo strato (normalmente gli elettroni sono accoppiati) e per completare la doppietta reagiscono con altre molecole, creando nuove molecole incomplete.


Una sorta di reazione a catena che, se non compensata, finisce per danneggiare le strutture cellulari.


Per fortuna il nostro organismo, in condizioni normali, è attrezzato per far fronte all'eventuale eccesso di radicali liberi difendendosi con un proprio sistema anti-radicali, che si chiama sistema antiossidante.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail