Alghe: un cibo antico per il futuro/5

Alghe messe ad essiccareConfermando antiche intuizioni e tradizioni alimentari di ogni parte del mondo, la scienza moderna ha indicato nelle alghe una delle più valide fonti alternative di cibo per l'umanità del futuro.


Le alghe infatti vivono in un ambiente ricchissimo di sali minerali, che assorbono dall'acqua marina e possono cedere agli organismi animali superiori. Contengono anche delle proteine molto simili a quelle delle specie vegetali terrestri più elevate, enzimi e considerevoli quantità di tutte le vitamine conosciute.

Oltre alle vitamine A, B1, B2, B3, B6, C, D1, D2, E, F, K, PP, le alghe, e in special modo le verdi-azzurre del lago Upper Klamath (Oregon, U.S.A.), sono molto ricche di B12, una vitamina normalmente assente nella maggior parte degli alimenti di origine vegetale.


Anche il contenuto di carboidrati non è affatto trascurabile e in alcuni paesi, come ad esempio nella regione francese della Bretagna, si zuccherano le bevande con la mannite raccolta dalla "Laminaria saccharina", una varietà di alga bruna.


Tutti i vegetariani possono trovare nelle alghe una preziosa fonte di minerali ed enzimi che aiuteranno il loro organismo a eliminare gli effetti dei cibi animali per consentire un migliore adattamento ai cibi di qualità vegetale.


Ma il valore biologico e nutrizionale delle alghe non si limita al loro contenuto di proteine, vitamine, e sali minerali. Secondo ricerche condotte in alcune università giapponesi e americane. uno dei  costituenti principali dei vari tipi di alghe,  è l'acido alginico, presente in grande  quantità soprattutto nelle alghe brune, il quale non  viene scomposto durante il processo digestivo.


Esso ha la proprietà di legarsi con i metalli pesanti (arsenico, piombo, mercurio) e con gli elementi radioattivi (radio, stronzio, cobalto...) eventualmente assorbiti dal nostro organismo, mutandoli in sali insolubili che vengono poi facilmente eliminati dal nostro corpo.


Un consumo abituale di alghe può aiutare perciò a conservare uno stato di buona salute anche in un ambiente inquinato.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail