Che cos'è la nutriterapia naturale?/2

Composizione di nutrimentiCon l'inizio del nuovo millennio si pensava che le malattie infettive (quelle cioè causate da virus, batteri, funghi e parassiti) fossero state praticamente sconfitte. La mortalità umana, oltre che alle guerre, agli incidenti e alle patologie cardiovascolari, sembrava essere imputabile ormai solo a pochissime malattie: i tumori, le epatiti e l'AIDS.


La realtà è ben diversa. Infatti, se da una parte il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie e la vasta gamma di farmaci a disposizione hanno portato a una notevole diminuzione dei casi, le epidemie, seppur ridotte e controllate, continuano a imperversare.

Inoltre, fatto ben più grave, è insorto il problema della farmacoresistenza che provocando la modificazione delle caratteristiche epidemiologiche delle malattie crea nuovi problemi sul piano terapeutico e profilattico. L'aterosclerosi infine, considerata a torto la malattia degli anziani, è un nemico ancora lontano dall'essere sconfitto.


Tra le malattie degenerative, oltre all'aumento costante di tumori e cardiopatie, recentemente si assiste anche ad un enorme aumento di artriti e artrosi, soprattutto tra gli anziani ma non solo. Il morbo di Alzheimer, cioè la demenza senile, è in fortissimo aumento, e si calcola che nel giro di pochi anni circa 1/3 degli anziani sopra i 70 anni ne saranno affetti.


Ippocrate, padre della nostra medicina, individuava nella "debolezza del corpo" la causa principale di tutti i fenomeni patologici. Questa dipendeva, a sua volta, dal "regime", vale a dire l'alimentazione e lo stile di vita.


Oggi parliamo di terreno costituzionale concetto che implica sia il sistema immunitario, sia le caratteristiche ereditarie e la vitalità generale dell'organismo. Esso è col tempo diventato sempre più un fattore critico e, a causa di ciò, anche la capacità di mantenersi sani e attivi è molto diminuita nella maggior parte degli individui.


I nutraceutici, utilizzati nella nutriterapia naturale, sono cibi in grado di svolgere una funzione sia ricostituiva del terreno, sia di complemento e sostegno alla terapia in quanto strumenti fisiologici di rafforzamento delle intrinseche capacità di autoguarigione dell'organismo. [II - continua]


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail