Migliorare le aspettative di vita sana per tutti

Logo dell'OMSCome abbiamo visto nel post precedente c'è un elevato numero di morti premature nel mondo a causa dell'alimentazione e dello stile di vita.


Il fumo, l'ipertensione e il colesterolo alto o la combinazione di tali fattori sono all'origine di più di tre quarti delle malattie cardiovascolari, la principale causa di morte nel mondo.


Ogni anno, secondo una stima generale, più di 4 milioni sono i decessi dovuti ad elevati livelli di colesterolo, circa 5 milioni quelli causati dal tabacco e circa 7 milioni sarebbero collegati all'ipertensione arteriosa.

Nel 2020, secondo le proiezioni statistiche, se non verranno prese misure appropriate di controllo e prevenzione, saranno 9 milioni i decessi causati dal fumo di tabacco (rispetto agli attuali 5 milioni) e 5 milioni le morti attribuibili a sovrappeso e obesità (rispetto agli attuali 3 milioni), mentre il numero di healthy life years lost ("anni di vita sana persi") a causa del basso peso alla nascita tra i bambini dei paesi in via di sviluppo, responsabile attualmente, come abbiamo visto ieri, di più di tre milioni di morti all'anno, ammonterà a 110 milioni.


Se saranno affrontati adeguatamente i rischi per la salute che possono essere ridotti con efficaci misure di prevenzione, la così detta healthy life expectancy ("speranza o aspettativa di vita in buona salute") potrà essere aumentata considerevolmente.


Con una buona educazione alla salute e un uso più equo delle risorse alimentari disponibili si potrebbe, secondo l'OMS, avere un aumento di 5 anni di vita sana nei Paesi e nelle Regioni più sviluppate come Europa, USA, Australia, Nuova Zelanda e Giappone e di ben 16 anni per alcune zone dell'Africa, dove attualmente la speranza di vita è di soli 37 anni.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail