Cioccolato: quelli che dicono male

semi e polvere di cacaoNei due post precedenti abbiamo parlato delle virtù salutari del cioccolato in base a numerosi studi che ne confermerebbero le proprietà nutraceutiche.


Ma non tutti sono d'accordo o sono disposti a tesserne le lodi. In questa pagina web di un noto sito di dietetica si critica l'apologia mediatica e la ghiottoneria dei giornalisti che "non sprecano occasione per riportare ricerche sui benefici del cioccolato." L'autore sottolinea che si tratta di un cibo ipercalorico da evitare, soprattutto per i sedentari nei quali può creare dipendenza.


Chi è affetto da "cioccolismo", si afferma, non riesce a contenere i consumi di cioccolato che diventa una vera e propria droga. Questa forma di dipendenza colpirebbe maggiormente le donne. Il rischio è il sovrappeso e tutti i problemi che ne conseguono.


C'è poi chi avverte che le sostanze contenute nel cioccolato possono provocare, per la loro attività simpaticomimetica e vasodilatatrice attacchi di cefalea, al pari di certi formaggi e di altri alimenti. Infine il cioccolato può favorire, si dice, i calcoli renali.


Ma i critici più severi sono senz'altro gli oppositori delle multinazionali che denunciano i gravi danni ambientali e sociali dovuti alla produzione del cacao. Affronteremo meglio questo discorso domani.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: