Fo, Grillo e l'alzheimer del presidente

Foto di Romano ProdiLeggevo poco fa un post di Jacopo Fo, in cui lo scrittore/attore commentava le vicende e le polemiche sorte attorno all'iniziativa promossa da Beppe Grillo. Per "deformazione professionale" mi ha colpito, tra le altre cose, una considerazione sugli eventuali problemi di salute del nostro premier:


"...Molti si sono scocciati per la battuta di Beppe sull'Alzheimer di Prodi.
Ricapitoliamo i fatti: 800mila cittadini lavorano gratuitamente per 6 mesi per redarre un libro di proposte per affrontare i problemi strutturali dell'Italia. Grillo lo consegna a Prodi solennemente. Passa piu' di un anno e Prodi non dice niente e fa ben poco. 600mila italiani scendono in piazza contro questa immobilita' della politica. Prodi dice: Se hanno delle proposte perche' non le tirano fuori?..."


Mi auguro davvero che si tratti di una battuta. Confesso però di essere un po' preoccupato, avendo letto spesso in quest'ultimo anno di dimenticanze, ripensamenti, distrazioni varie. Per carità lo stimo e mi sta anche simpatico, ma non sarebbe davvero confortante sapere di avere a capo del governo una persona che manifestasse realmente (e non solo per tattica o calcolo politico) strani vuoti di memoria...


Qui, per chi fosse interessato, l'articolo completo di Jacopo Fo.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail