Un libro per l'estate

Vacanze in campagna, al mare o in montagna? Ovunque sia, nei momenti di relax sotto l'ombrellone o nella frescura dei boschi, un bel libro ci sta sempre bene.


La scelta è ampia e dipende ovviamente dai propri gusti. Diamo anche noi qualche suggerimento a chi è interessato ai temi trattati nel nostro blog.


Copertina di Non è colpa dei bambini


Il primo è un libro di cui abbiamo già parlato a proposito dello scottante problema della prescrizione di psicofarmaci ai bambini: Non è colpa dei bambini di Stefano Scoglio.


Il testo presenta un'analisi accurata dei principali fattori di "nutrizione negativa" (inquinanti, sostanze eccitanti, metalli pesanti ecc.), e delle generalizzate carenze della "nutrizione positiva" (vitamine, minerali, acidi grassi ecc.). L'autore spiega, presentando un'ampia documentazione scientifica a supporto, come i principi nutritivi presenti della microalga Klamath possono contribuire in maniera decisiva a risolvere i disordini legati all'iperattività e al deficit di attenzione. Lo trovate qui.


Copertina di Fast food nation


Il secondo è un bestseller di qualche anno fa, ma tuttora attualissimo, a cui si è ispirato Richard Linklater per il suo recente film presentato a Cannes: Fast Food Nation di Eric Schlosser.


L'autore indaga sull'effetto sociale devastante dell'attività delle supercatene di ristorazione come McDonald's, PizzaHut, KentuckyFriedChicken ecc. Dai lavoratori, sfruttati e sottopagati, ai servizi di base (asili e trasporti pubblici) cancellati fino alla desertificazione di interi territori per favorire lo sviluppo di una civiltà suburbana che divora acqua ed energia, adultera gli alimenti e intossica, causando obesità e malattie.  Sarà difficile, dopo averlo letto, mangiare le patatine fritte con la stessa voglia. Vedi la scheda del libro.


Buona lettura e soprattutto felici e allegre vacanze!


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail