Asma: prevenirla con le vitamine

foto di donna tra vegetaliGli adolescenti che seguono un'alimentazione povera di micronutrienti hanno una maggiore probabilità di sviluppare asma. Un recente studio, pubblicato sul numero di luglio della rivista "Chest"[1], ha infatti accertato che i giovani che assumono poche vitamine con la dieta hanno sintomi respiratori più severi.


Chest è l'organo ufficiale dell' ACCP (American College of Chest Physicians) e i risultati sono stati comunicati dai ricercatori della Harvard School of Public Health, del Brigham and Women's Hospital e dell'Environmental Protection Agency (EPA), sulla base di una serie di osservazioni sperimentali che hanno riguardato 12 comunità sparse tra gli Stati Uniti e il Canada.


In totale sono stati tenuti sotto controllo 2.112 studenti canadesi e americani nell'arco di un anno scolastico, registrando sia le abitudini alimentari sia i parametri ventilatori, e infine analizzando le risposte a questionari riguardanti la comparsa di eventuali sintomi del disturbo.


"Il nostro studio, così come altre ricerche, suggerisce che l'assunzione con la dieta di una maggiore quantità di micronutrienti antiossidanti e antinfiammatori è associata a un minor rischio di insorgenza di problemi respiratori, cioè di tosse e infiammazioni delle prime vie aeree, così come un minor grado di severità dei sintomi dell'asma", ha spiegato Jane Burns, ricercatrice che ha guidato l'indagine.


Le conclusioni della ricerca sono state che i micronutrienti antiossidanti e antinfiammatori presenti negli alimenti riducono la tosse, le infezioni respiratorie e i sintomi asmatici. I giovani che assumono pochi vegetali, poca vitamina E e pochi acidi grassi omega-3 sarebbero più a rischio di asma.


-------------------------------------------
1. Burns JS, et al., Low Dietary Nutrient Intakes and Respiratory Health in Adolescents, Chest 2007; 132:238-245.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail