Neuromodulazione naturale: come agisce la feniletilammina?

passaggio di dopamina nello spazio sinapticoNel post precedente abbiamo parlato delle proprietà della feniletilammina (PEA), naturalmente contenuta nelle microalghe selvatiche, sui neurotrasmettitori cerebrali. Vediamo come essa agisce.


Nel cervello la rete neuronale non è continua, ma presenta delle interruzioni, dette spazi sinaptici, o fessure inter-sinaptiche, attraverso cui viaggiano mediatori chimici (neurotrasmettitori) che trasmettono gli impulsi. Svolta la loro funzione queste sostanze vengono in parte riassorbite (ricaptazione o re-uptake) dalla membrana pre-sinapica (la parte del neurone portatore del messaggio) e in parte distrutte da enzimi (monoaminossidasi).

Uno dei principali neurotrasmettitori è la dopamina. L'azione della PEA si basa sul fatto che essa ha una maggiore affinità della stessa dopamina sul meccanismo re-uptake di tale molecola nelle vescicole pre-sinaptiche. Ciò significa che, una volta nel cervello, essa viene catturata dalle vescicole pre-sinaptiche e occupa lo spazio normalmente occupato dalla dopamina. Il risultato è un aumento della dopamina liberamente circolante nei terminali pre-sinaptici e una maggiore concentrazione del neurotrasmettitore diffuso nelle fessure sinaptiche. Si produce così un rafforzamento della trasmissione dopaminergica.


La feniletilammina, una volta assunta, attraversa prontamente la barriera emato-encefalica e diventa immediatamente disponibile nel cervello. la sua capacità di modulare la trasmissione dopaminergica fa sì che essa abbia interessanti proprietà nell'alleviare la depressione e i disordini dell'attenzione, nel migliorare la concentrazione e l'umore e anche nella regolazione dell'appetito.


La PEA può essere considerata un simil-anfetaminico naturale in grado di produrre effetti di stimolo mentale ed energetico blandamente simili a quelli di sostanze anfetaminiche. Ma la feniletilammina è endogena al cervello umano, non crea assuefazione o tolleranza, e non ha alcun effetto collaterale.[1]


---------------------------------------------------------
[1].  Mosnaim AD et al., The influence of pychotropic drugs on the levels of endogenous 2-phenyethylamine in rabbit brain, in Biol. Psychiatry, 1974 Apr.; 8(2): 227-34.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail