Schizofrenia, depressione o carenze nutrizionali?

alimenti contenenti vitamineEsiste un rapporto fra nutrienti e salute mentale? Abbiamo già visto come alcune sostanze contenute in particolari alimenti possano contribuire a stabilizzare l'umore e a migliorare il comportamento, ad esempio qui.


Come sostiene la Dott.ssa Fiamma Ferraro in questa pagina web: "Il fatto che molti soggetti affetti da schizofrenia o depressione siano carenti di vitamina B6 e zinco potrebbe essere una delle scoperte più significative della medicina nutrizionale/ortomolecolare. In questo contesto potrebbe non trattarsi di carenze dovute ad un'errata alimentazione, ma di difetti innati del metabolismo, tra i quali la criptopirroluria."


La criptopirroluria è una disfunzione metabolica scoperta circa 50 anni fa dal medico americano C. Pfeiffer, ma che pochi, anche tra gli addetti ai lavori, conoscono.


Spiega la dott.ssa Ferraro: "Nell'organismo, la presenza di quest'affezione, di per sé asintomatica, comporta la produzione di sostanze chimiche, i  pirroli, e la perdita di elementi essenziali, tra cui la vitamina B6 e lo zinco. E' semplice diagnosticare la criptopirroluria, in quanto i pirroli vengono escreti nelle urine. In circa il 30 % delle persone affette da schizofrenia, si rilevano livelli  evati di pirroli nelle urine, mentre il tasso  nella popolazione normale si aggira sull'11%."


"E' ovvio - chiarisce Fiamma Ferraro - che non tutti i casi di schizofrenia sono causati dalla criptopirroluria, ma dato che si tratta indubbiamente di un fattore da accertare per poterlo escludere, e dato che la diagnosi è non-invasiva ed a basso prezzo, varrebbe la pena che ogni persona colpita dalla schizofrenia o da altri problemi mentali effettuasse l'analisi delle urine."


Per ulteriori dettagli sulla criptopirroluria clicca qui.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: