Lattobacilli utili: rhamnosus

flora intestinale al microscopioAbbiamo visto l'importanza dei bifidobatteri per l'equilibrio della microflora intestinale e per la protezione immunitaria e la prevenzione antidegenerativa.


Al bifidus, così come all'acidophilus, può essere utilmente associato il Lactobacillus Rhamnosus, un batterio con una elevata capacità di produzione di acido lattico nell'intestino, e dunque in grado di acidificarlo rendendolo adatto per i lattobacilli ma inospitale per i batteri patogeni.

Il Rhamnosus contribuisce inoltre a prevenire le infezioni intestinali, che nei paesi industrializzati rappresentano ancora oggi un'importante causa di morbilità, in particolare nei primi 2 anni di vita.


Il Lactobacillus rhamnosus somministrato a bambini di diverse età, ospedalizzati e ambulatoriali, si è dimostrato in grado di ridurre la durata e la gravità della gastroenterite acuta e il rischio di decorso prolungato, in particolare nelle diarree di origine virale.


Recenti sperimentazioni hanno anche mostrato che è efficace la somministrazione ai lattanti di Lactobacillus rhamnosus nella prevenzione della dermatite atopica.[1]


Vedi anche Probiotici e nutrizione del lattante.


-----------------------------------------------
1. Kalliomaeki M. et al. Lancet 2001;357:1076


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: