Helianthus e FOS

disegno di Helianthus tuberosusL' Helianthus tuberosus è una composita perenne originaria del Canada; produce tuberi irregolari rosso-violacei. Si trova nelle vicinanze dei fiumi e nei terreni sabbiosi. Il nome deriva dal greco (helios = sole e anthos = fiore), per il colore e la grandezza dei capolini e per la caratteristica di volgersi in direzione del sole; tuberosus perché possiede tuberi ingrossati. Altri nomi comuni con la quale è conosciuta sono: Girasole tuberoso, Patata selvatica, Topinambour.

È molto resistente al freddo (-30°C), alla siccità, alle malattie e presenta grande adattabilità alle più varie condizioni di clima e di terreno. Si coltiva in limitate superfici dove permane lungamente a causa della propagazione che avviene naturalmente per mezzo dei tuberi rimasti nel terreno dopo la raccolta. La produzione per ettaro è mediamente di 200-250 q.li di tuberi e altrettanti di steli verdi.

rizomi di topinamburI tuberi vengono raccolti quando i fusti si seccano e sono conservabili oltre i 15-20 giorni. Si possono mangiare crudi con la fonduta e anche nelle insalate, tagliuzzati fini. Sono il cibo ideale per i diabetici perché contengono oligosaccaridi non assimilabili e pochissimi zuccheri.

Il suo interesse in ambito protonutrizionale e nutriterapico è dovuto principalmente al suo elevato contenuto naturale in fruttoligosaccaridi (FOS) utile nutrimento per i batteri amici e quindi per potenziare la loro azione eubiotica, cioè salutare, sulla flora intestinale.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail