Che cosa sono i prebiotici?

azione probiotica sulla flora intestinaleStudi su neonati allattati al seno hanno evidenziato che la predominanza di batteri amici nella loro flora intestinale è dovuta principalmente ad alcune componenti del latte materno, in particolare agli oligosaccaridi, fibre indigeribili ma che operano da substrato a vari ceppi batterici provvisti di un'azione benefica sull'intestino del lattante: Essi hanno quindi un effetto prebiotico e si è visto che, aggiungendoli al biberon, consentono di aumentare in modo naturale il numero dei lattobacilli nella flora intestinale anche dei bambini non allattati naturalmente.

I prebiotici sono in pratica sostanze non digeribili che stimolano l'azione dei probiotici (fermenti lattici) promuovendone la crescita e lo sviluppo.


Il meccanismo attraverso il quale i prebiotici come gli oligosaccaridi promuovono la salute intestinale è stato ben chiarito sul piano scientifico.[1]


Ricerche condotte su volontari sia in Giappone che in Europa e America hanno mostrato che essi vengono digeriti solo in piccolissima parte nel tratto gastrointestinale superiore (stomaco e intestino tenue) e passano praticamente indigeriti nel colon, dove fermentando sono utilizzati come nutrimento dai batteri probiotici.


Gli oligosaccaridi possono incrementare anche di dieci volte la crescita di bifidobatteri e lattobacilli favorendo al contempo l'eliminazione di microrganismi patogeni e delle tossine da essi prodotti.


Gli oligosaccaridi sono naturalmente contenuti in vari tipi di frutti, ortaggi e cereali. Usati in forma di supplementi nutrizionali si presentano come una polvere simile allo zucchero, bianca e moderatamente dolce. Non richiedono refrigerazione. Per un utilizzo ottimale e una maggiore efficacia, vanno associati ai probiotici.


--------------------------
2. Roberfroid, M.B., Health benefits of non-digestible oligosaccharides, Adv Exp Med Biol (1997), 427:211-19


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: