I radicali liberi: utilità e pericoli

molecole che cercano elettroniQuando respiriamo, introduciamo ossigeno. Il 95% circa di questo ossigeno viene utilizzato dalla cellule per produrre energia; mentre la parte rimanente dà origine ai radicali liberi.


I radicali liberi sono quindi prodotti residui del metabolismo cellulare e sono utili, nella giusta quantità, al sistema immunitario per la difesa e l'eliminazione di germi e batteri patogeni.


Il problema dei radicali liberi è che sono fortemente ossidanti, molto reattivi e vanno alla ricerca disperata di ciò che hanno perduto: un elettrone. Sono infatti molecole con un elettrone spaiato nell'ultimo strato (normalmente gli elettroni sono accoppiati).


Per completare la doppietta reagiscono con altre molecole, creando nuovi radicali instabili e dando inizio a reazioni a catena che finiscono per danneggiare irreversibilmente le strutture cellulari.


L'organismo di una persona sana è attrezzato per far fronte all'eventuale eccesso di radicali liberi difendendosi con un proprio sistema anti-radicali, che si chiama sistema antiossidante. Vedremo domani come funziona.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail