Farmaci: cosa c'è oltre il marketing?

Ricerca sui farmaciContinuano a pervenire commenti sul post del 27 febbraio dedicato all'inchiesta di Jörg Blech sul marketing delle case farmaceutiche.


I lettori si interrogano sull'argomento ed estendono il discorso aprendo la discussione anche sul possibile ruolo svolto dai laboratori di ricerca delle stesse aziende per favorire la commercializzazione dei prodotti.


Giuseppe si spinge oltre la denuncia del libro ed essendo un addetto ai lavori ci avverte che "basta poco per costruirsi in laboratorio virus geneticamente modificati, diffonderli nell'ambiente... e generare tante patologie non gravi, ma fastidiose." Suggerisce, a supporto di questo raccapricciante sospetto, di osservare la puntualità e sincronicità dei messaggi pubblicitari sui farmaci con la diffusione di varie epidemie.


Gli risponde Edoardo che afferma di essere d'accordo sulle critiche all'operato delle industrie dei farmaci per quanto riguarda la fase finale di distribuzione ma, facendo un parallelo con i virus informatici, rifiuta le ipotesi "complottiste" (sono le stesse aziende che vendono gli antivirus a fare i virus) e si augura "che la stessa paranoia che c'è nell'informatica non 'infetti' anche il campo medico."


Teo invece elogia Giuseppe perché - dice - "abbiamo bisogno di qualcuno che rompa il muro del silenzio!"


Leggi i commenti completi.


Domani proporrò una selezione dei principali post di Protonutrizione in cui il tema è stato già trattato da vari punti di vista e attendo ulteriori commenti con vostre riflessioni o esperienze dirette.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail