DDS-1: differenza con altri acidophilus

intestino e flora battericaNon tutti gli acidofili hanno la capacità di crescere in presenza dei sali biliari, contenuti nella cistifellea, che servono ad emulsionare i grassi prima della loro assimilazione da parte dei villi intestinali. Il ceppo di L. acidophilus DDS-1 ha il maggior tasso di crescita in presenza di tali sali.[1]


Il DDS-1 si è anche dimostrato resistente a molti tipi di farmaci antibiotici. Ciò è importante perché vuol dire che esso può essere assunto contemporaneamente o subito dopo una terapia antibiotica. Si sa che gli antibiotici uccidono  anche i "batteri amici", promuovendo lo sviluppo di ceppi patogeni ancora più forti e alterando l'equilibrio eubiotico della microflora gastrointestinale. Il DDS-1, in caso di terapie antibiotiche, aiuta a restaurare in breve tempo l'eubiosi intestinale.


Ricordiamo che il DDS-1 contiene comunque già di per se potenti sostanze antimicrobiche naturali (vedi il post precedente).


Il L. acidophilus, per espletare le sue proprietà nutriterapiche, deve essere in grado di impiantarsi e moltiplicarsi rapidamente nell'intestino. La flora intestinale infatti è un ambiente estremamente stabile e resistente e i lattobacilli più deboli non riescono ad attecchire.


Quindi un buon acidofilo non solo deve essere capace di tollerare e passare i succhi gastrici acidi, ma anche la bile alcalina e aderire alle cellule epiteliali intestinali. Il ceppo di L. acidophilus DDS-1 ha dimostrato di possedere al massimo grado tali caratteristiche.


Formulazioni con DDS-1

---------------------------------------------
1. Fernandes, C. F., K. M. Shahani, and M. A. Amer. 1988. Effect of nutrient media and bile salts on growth and antimicrobial activity of L. acidophilus. J. Dairy Sci., 71:3222-3228.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore



 

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: