Olio algale e DHA

vaschetta con microalgheCome abbiamo visto nei precedenti post, il DHA è il metabolita finale del ciclo di trasformazione dell'acido linolenico, ed è la forma di acido grasso Omega-3 maggiormente utilizzata dall'organismo per tutte le sue funzioni neurocerebrali e cardiocircolatorie.  Abbiamo illustrato anche i vantaggi dell'olio algale, ricco in DHA, rispetto agli oli di pesce.


Il DHA è il principale componente del cervello ed è essenziale per il suo funzionamento. Il DHA svolge perciò un ruolo importantissimo nella prevenzione dell'invecchiamento neurologico e nella protezione dai processi neurodegenerativi, aiutando a mantenere l'efficienza cerebrale.


Il DHA è anche un importante componente dei tessuti vascolari, e numerosi studi hanno confermato che l'integrazione di DHA nella dieta porta ad una significativa riduzione dei fattori di rischio associati alle patologia cardiaca.


E' un fattore essenziale anche per lo sviluppo cerebrale del neonato e del bambino. La ricerca ha iniziato a dimostrare come l'assunzione di DHA durante la gravidanza, possa aiutare il corretto sviluppo neuronale del nascituro e ridurre le possibilità di nascite premature. L'integrazione di olio algale prima e dopo la nascita (durante l'allattamento) migliora sia lo sviluppo neurologico che immunologico del bambino.


Infine circa il 60% delle membrane fotorecettoriali della retina è costituita da DHA. Studi[1] controllati hanno provato che l'assunzione di DHA può avere effetti benefici sulla capacità visiva e contrastare la degenerazione maculare legata all'età.


-----------------------------------------
[1] Domani forniremo un ampio elenco di tutte le ricerche e studi sul DHA.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail