Non è la medicina che guarisce - I

libro sulla iatrogenesiRiagganciandomi al post di ieri, che ricordava la forte critica di Ivan Illich alla medicina, vorrei aggiungere alcune considerazioni personali sull'argomento e anche invitare i lettori a esprimere opinioni e osservazioni in merito.


Illich esordiva allora provocatoriamente nel suo libro affermando "L'impresa medica minaccia la salute". Oggi potremmo dire, parafrasando o meglio affrontando la questione da un altro angolo prospettico: non è la medicina che guarisce, ma è sempre il nostro corpo che opportunamente nutrito e stimolato, sia sul piano organico sia su quello mentale e spirituale, ritrova da sé la strada del riequilibrio psicofisico.


Talvolta ciò avviene con l'aiuto di un farmaco o rimedio naturale; molto spesso guariamo nonostante il farmaco, che - a meno che non si tratti di un "salvavita" urgente e indispensabile - per lo più, a causa degli effetti collaterali tossici, non fa altro che peggiorare il quadro generale e indebolire ulteriormente il sistema immunitario diminuendo la capacità naturale dell'organismo di autoguarirsi.


Oggi le malattie di tipo degenerativo e che alterano in profondità le funzioni autoregolative fondamentali del nostro organismo sono in grande aumento, nonostante i progressi tecnici della medicina, anzi le statistiche ufficiali indicano che un'alta percentuale delle malattie attuali sono causate dala stessa pratica medica, le cosiddette malattie iatrogene. In pratica si sa che oggi paradossalmente è più facile ammalarsi o avere peggioramenti andando in ospedale che restandosene a casa propria. [I - continua]


--------------------------------------------
L'immagine riproduce la copertina di Selling Sickness di Ray Moynihan. Per la traduzione italiana (Farmaci che ammalano) del libro e la sua recensione clicca qui


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail