La chimica nel piatto

composti chimici in agricoltura


Sono appena stati resi noti i risultati di un'indagine ad ampio raggio condotta su alimenti di largo consumo in sette paesi europei. La ricerca, durata dieci anni, ha preso in esame 27 campioni di alimenti, di marche comuni e presenti normalmente nei supermercati, nei quali ha riscontrato la presenza di 119 contaminanti.


I campioni di alimenti, provenienti da Gran Bretagna, Polonia, Svezia, Italia, Spagna, Grecia e Finlandia, appartengono a categorie molto diverse l'una dall'altra come latte, carne, pesce, pane, olio d'oliva e succhi d'arancia.


Le analisi hanno rinvenuto in tutti i prodotti, in varia misura e secondo miscele differenti, i composti tossici presi in esame. Sono stati rintracciati inquinanti vecchi e nuovi, comprese sostanze chimiche di tipo persistente e bioaccumulabile come il DDT e i PCB banditi da decenni.


catena alimentare e di contaminazione


La catena di contaminazione è un percorso complesso che i composti chimici compiono, a partire dal loro rilascio nell'ambiente e concentrandosi progressivamente attraverso la catena alimentare in piante e animali fino ad arrivare nel nostro organismo attraverso gli alimenti (carne, prodotti caseari, pesce, verdure, frutta).


Il rapporto si propone di sensibilizzare i parlamentari europei affinché siano fissati requisiti severi per i produttori, siano bandite le sostanze più pericolose e applicato il principio di sostituzione, sia garantita la trasparenza di informazione affinché il consumatore sappia quali sostanze sono presenti nei prodotti di uso quotidiano.


Il dossier completo è scaricabile da qui


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail