L'alga Klamath

Upper Klamath lake con sfondo del monte Mcloughlin_and_klamath_lake_1Le microalghe commestibili più diffuse sono spirulina, clorella e klamath.  Spirulina e clorella sono ottimi alimenti, certo di gran lunga superiori agli integratori fatti dall’uomo. 

Tuttavia esse sono solo i parenti poveri delle loro progenitrici selvatiche.  Questo perché, a causa della distruzione degli habitat naturali in cui crescevano spontanee, tutta la spirulina e tutta la clorella oggi reperibili sono coltivate in stagni artificiali con l’aggiunta di fertilizzanti.


La Klamath è a tutt’oggi l’unica microalga selvatica commestibile, ed è dunque l’erede diretta di quella spirulina selvatica che costituiva il segreto della vitalità e della forza dei guerrieri Aztechi.


La Klamath prende il nome dal lago Upper Klamath, in Oregon, collocato all’interno di uno straordinario scenario naturale protetto. Questo lago dalle acque purissime (l’unica città si trova all’estremità meridionale del lago, e i suoi scarichi vanno verso il mare) offre condizioni ideali per lo sviluppo dell’alga, incluso un fondo caratterizzato da depositi minerali organici che arrivano fino a 10 metri di altezza! Il risultato è un supercibo selvatico dalle caratteristiche nutrizionali uniche:


Più di 30 minerali e oligoelementi. Oltre ad essere la massima fonte di calcio, le Klamath contengono lo spettro completo di quei minerali traccia essenziali alla salute.


12 vitamine. Oltre ad un alto contenuto proporzionale di vit. C e vit. E, le Klamath posseggono il gruppo completo delle vitamine B in elevate quantità, tra cui il 200% del RDA di vitamina B12 in soli 1,5 grammi.


20 aminoacidi e 70% di proteine complete.  La Klamath è l’unico cibo in assoluto che contiene tutti e venti gli aminoacidi! La proporzione dei suoi 8 aminoacidi essenziali è praticamennte identica a quella ritenuta ottimale per il corpo umano, il che rende le sue proteine più assimilabili delle stesse proteine animali, e rende i suoi aminoacidi efficaci precursori dei neurotrasmettitori.  E’ anche per questo che le Klamath hanno sempre dimostrato una straordinaria efficacia in tutte le problematiche neurologiche e neurodegenerative.


Antiossidanti. Oltre a numerosi pigmenti antiossidanti, la Klamath ha un elevatissimo contenuto di betacarotene, perfettamente assimilabile e potenziato da ben altri 14 carotenoidi (la ricerca scientifica ha ormai dimostrato che è solo l’insieme dei carotenoidi, e non il betacarotene da solo, ad avere efficacia antiossidante e immunostimolante).


Acidi grassi essenziali. La membrana cellulare della Klamath è un’ottima fonte di Omega-3 e Omega-6, quest’ultimo nella forma ottimale di GLA. E’ anche per questo che la Klamath contribuisce a ridurre i depositi dì colesterolo e trigliceridi, e favorisce la salute del sistema nervoso e del sistema cardiocircolatorio.


La Klamath si trova in forma pura oppure in formulazioni nutraceutiche specifiche.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: