Alghe Klamath e omocisteina - I

L'omocisteina è un aminoacido solforato, intermedio metabolico nel metabolismo della metionina a cisteina. La conversione dell'omocisteina a metionina (processo di rimetilazione) o la sua conversione a cisteina (transulfurazione) rappresentano le principali vie metaboliche in grado di mantenerne stabili i livelli intracellulari entro uno stretto range. Il suo rilascio controllato nel circolo ematico, d'altra parte, consente di misurarne le concentrazioni plasmatiche, che rappresentano un accurato indice dello stato dell'omocisteina tessutale.

Numerosi rilievi epidemiologici hanno evidenziato una correlazione fra incidenza di eventi clinici a genesi vascolare (trombosi venosa e manifestazioni emboliche, maggiore incidenza di aterosclerosi) in diversi distretti (circolo coronarico, cerebrale e periferico) e livelli sierici di omocisteina. Attualmente la presenza di elevati livelli plasmatici circolanti di omocisteina (iperomocisteinemia) è considerata un fattore di rischio indipendente di patologia vascolare.

Elevati livelli sierici di omocisteina possono dipendere sia da fattori congeniti (deficit enzimatici), che acquisiti, ma l'iperomocisteinemia  è in molti casi correggibile con una dieta adeguata e l'assunzione di supercibi, come l'alga Klamath, ricchi di vitamine e micronutrienti naturali.

L'iperomocisteinemia è particolarmente frequente nei soggetti anziani, spesso sottoposti a terapie in grado di interferire col metabolismo degli aminoacidi solforati, o affetti da condizioni patologiche o  maggiormente sensibili a quei deficit vitaminici, tipici dell'alimentazione attuale a base di cibi molto carenti di nutrienti essenziali, che rappresentano la causa principale di incremento dei livelli plasmatici di omocisteina.

Di recente, inoltre, diversi studi hanno dimostrato una aumentata prevalenza di iperomocisteinemia in soggetti anziani con diversi gradi di involuzione cognitiva; altri studi sono in corso per chiarire il rapporto causa-effetto fra iperomocisteinemia e demenza. [I - continua]

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail