Le proprietà neurorigeneranti della feniletilammina (FEA)

La Klamath è anche l'unico cibo a tutt'oggi conosciuto che contiene in quantità significative la Feniletilammina, un aminoacido naturalmente prodotto dal nostro cervello negli stati di euforia e gioia (al punto da essere definita la "molecola dell'amore"). Nel cervello, l'azione della FEA si basa sul fatto che essa ha una maggiore affinità della stessa dopamina sul meccanismo re-uptake della dopamina nelle vescicole pre-sinaptiche. Ciò significa che, una volta nel cervello, essa viene catturata dalle vescicole pre-sinaptiche e occupa lo spazio normalmente occupato dalla dopamina. Ciò risulta in un aumento della dopamina liberamente circolante nei terminali pre-sinaptici e una maggiore concentrazione della dopamina diffusa nelle fessure sinaptiche, producendo così un rafforzamento della trasmissione dopaminergica.  Questa abilità di modulare la trasmissione dopaminergica fa sì che la FEA abbia interessanti proprietà nell'alleviare la depressione e i disordini dell'attenzione, nel migliorare la concentrazione e l'umore, ma anche nella regolazione dell'appetito.
La FEA, una volta assunta oralmente, attraversa prontamente la barriera emato-encefalica e diventa immediatamente disponibile nel cervello. L'estratto di ficocianine Klamin concentra la FEA (circa 1%) naturalmente contenuta nella Klamath, e dunque si presenta come capace di produrre effetti nutriterapici importanti in problematiche come depressione[1] e sbalzi di umore[2]; cali di memoria, concentrazione e acutezza mentale (fino all'Alzheimer)[3]; disordini dell'attenzione e dell'apprendimento[4].                      
---------------------------------------
[1].  Szabo A., et al. Phenylethylamine, a possible link to the antidepressant effects of exercise, in Br. J. Sports Med. 2001 Oct; 35(5):342-3.
[2]. Sabelli HC, Mosnaim AD, Phenylethylamine hypothesis of affective behavior, in Am. Journal of Psychiatry, 1974, Jun.; 131(6): 695-9.
[3]. La FEA è un simil-anfetaminico naturale in grado di produrre effetti di stimolo mentale ed energetico blandamente simili a quelli di sostanze anfetaminiche. Ma la FEA è endogena al cervello umano, non crea assuefazione o tolleranza, e non ha alcun effetto collaterale. Vedi Mosnaim AD et al., The influence of pychotropic drugs on the levels of endogenous 2-phenyethylamine in rabbit brain, in Biol. Psychiatry, 1974 Apr.; 8(2): 227-34.
[4]. Il metilfenidato (Ritalin), uno dei farmaci più diffusi utilizzati per trattare i disordini dell'attenzione e dell'iperattività nei bambini, ma con gravi effetti collaterali, agisce stimolando la produzione di adrenalina e FEA.


Approfondimenti:
Ricerca
Articolo



@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail