L'habitat

Le microalghe Klamath sono un eccezionale supercibo anche grazie allo straordinario habitat in cui crescono.
Il lago Klamath (Oregon, USA) è un grande lago di circa 250 km2, collocato a 1300 m. di altezza dentro una grande riserva naturale protetta, ed è abitato quasi esclusivamente dai milioni di uccelli migratori per cui il lago da sempre costituisce un fondamentale luogo di ferma. E‘ l'unica area, assieme a certe zone dell'Alaska, ad ospitare una consistente popolazione di aquile calve, fantastici uccelli che possono vivere solo in ambienti assolutamente incontaminati. Circondato da catene di vulcani spenti, e sovrastato dal meraviglioso lago vulcanico Crater Lake, esso riceve da sempre acque purissime, ricche di minerali e vitalità. Il Crater Lake, lago del cratere, si è formato miracolosamente circa 7.000 anni fa per l'esplosione del monte Mazama. Oggi è uno dei principali Parchi nazionali americani. Le sue acque sono talmente pure che è possibile vedere una sonda anche fino a 70 m. di profondità (contro gli 8-12 m. dei laghi ordinari). Sono queste le acque che vanno a nutrire le alghe del lago Klamath. Grazie a un fondo di minerali biodisponibili che arriva fino a 10 metri di altezza, e a condizioni climatiche ideali (300 giorni di sole l'anno; inverni freddi che ne stimolano la produzione di importanti acidi grassi essenziali), il lago produce microalghe dal profilo nutrizionale perfetto.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: