Energia naturale - II

Statistiche nutrizionali (apporti inferiori agli RDA nella popolazione)

Nel rapporto di Val de Marne del 1991 furono evidenziate pericolose carenze di minerali e vitamine nell'alimentazione corrente. Le vitamine B erano dal 40% al 90% inferiori agli apporti nutrizionali raccomandati (RDA o LARN). Uno studio analogo pubblicato su Lancet nel 2003 confermò quei dati.

Vitamine B    dal 40% al 90%
Vitamina A    dal 50% al 60%
Vitamina E    100%
Magnesio      dal 60% al 90%
Zinco            90%
Rame           dal 55% al 90%
[Val de Marne, 1991 / Lancet 2003]

Una sana alimentazione e corrette combinazioni alimentari sono fondamentali per la nostra salute, ma oggi che i terreni e i cibi sono sempre più poveri di fattori nutritivi essenziali (soprattutto oligoelementi ed enzimi che aiutano a fissare i nutrienti e a catalizzare, cioè favorire tutti le reazioni chimiche e i processi fisiologici interni) nasce la necessità di integrare i pasti con alimenti particolarmente ricchi di queste sostanze. Vorrei sottolineare alimenti e non «integratori» che per lo più non sono assimilabili dal nostro organismo e talvolta possono causare anche degli scompensi. Alcuni particolari cibi selvatici che crescono ancora in modo spontaneo e in luoghi incontaminati (condizioni assai rare, ma ancora presenti in alcuni luoghi del pianeta) possono soddisfare questa basilare esigenza.
Il problema infatti non si risolve con gli integratori di sintesi perché ciò di cui il nostro corpo ha bisogno non è una specifica vitamina o minerale, né solo un certo numero di vitamine e minerali, ma lo spettro completo di tutti i nutrienti, anche in minime quantità. Infatti ciascun nutriente funziona bene ed è fortemente potenziato solo se in una sinergia completa e bilanciata di tutti i nutrienti, proprio come nei cibi selvatici primordiali.
Un tempo tutti i nutrienti essenziali, i batteri e gli enzimi erano forniti dalla normale alimentazione. Oggi una reintegrazione adeguata di questi fattori è indispensabile per recuperare e mantenere uno stato di salute ottimale.
Parliamo di fattori nutrizionali primordiali perché i più potenti alimenti naturali indispensabili ad una nutrizione completa sotto tutti i punti di vista sono veri e propri organismi primordiali:
a) le alghe verdi azzurre, la fonte più completa di tutti i nutrienti essenziali, sono la prima forma di vita del pianeta;
b) i batteri amici, contenuti in alimenti opportunamente fermentati e fondamentali per la salute dell'intestino, sono anch'essi una forma di vita primordiale;
c) gli enzimi sono la base di ogni processo biochimico, e sono la vera scintilla originaria della vita.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail