L'incontinenza urinaria in menopausa

Nell'arco della propria vita una donna su quattro e un uomo su otto soffrono di una qualche forma di incontinenza. È difficile pensare a un altro disturbo che sia altrettanto diffuso, ma così sottovalutato.


Oggi infatti l'incontinenza continua ad essere un problema trascurato, nonostante sia facilmente trattabile e, in alcuni casi, curabile. 


In Italia circa 3 milioni di persone soffrono di incontinenza leggera, con un'ampia incidenza nelle donne. Proprio alcuni studi dimostrano che l'incidenza nelle donne è del doppio rispetto a quella registrata negli uomini ed in particolare ne soffre il 30-50% nelle donne mature.

Una ricerca condotta dall'Istituto Mario Negri di Milano, stima che circa 1.200.000 donne tra i 35 ed i 70 anni soffrono di incontinenza da sforzo, con un'ampia prevalenza nel post menopausa. Queste informazioni mostrano come tra i fattori rilevanti vi sia soprattutto l'età.


Durante la menopausa, infatti, si verificano alcuni mutamenti fisici e ormonali, ed in particolare si registra un calo di estrogeni nei muscoli addominali, che provoca uno spostamento della posizione della vescica, con una conseguente riduzione dell'efficacia dei muscoli che la tengono chiusa.


Per avere informazioni, supporto, consigli, ma anche esercizi per il rafforzamento del pavimento pelvico, vi consigliamo il sito https://www.tena.it/

  • shares
  • Mail