Nucleare: a Fukushima spinaci e latte radioattivi

pb-110317-reactor-close-birkett.photoblog900-anteprima-450x296-279331.jpg


Com'è la situazione in Giappone a una settimana dall'incidente avvenuto nella centrale di Fukushima N°1, a 250 km da Tokyo?


Sulla TV giapponese - riporta Marco Pagani su Ecoalfabeta -  si discute del disastro nucleare di Fukushima, non davanti alle immagini vere, ma davanti a questi modellini in scala ridotta, completi di elicotteri e camion dei pompieri.


Questi plastici - commenta il nostro blogger - hanno qualcosa di confortante: sono piccoli e familiari, ricordano i trenini e i soldatini, sembrano che parlino di qualcosa che è da un'altra parte, che non è del tutto vera.


Usando i plastici non si sente il calore delle fiamme e il fumo, non si vede il groviglio contorto degli scheletri metallici da migliaia di tonnellate. Non si vedono gli uomini stanchi e disperati, i feriti e i senza casa.


Vedendo giornalisti ed esperti giganteschi rispetto alla scala del modellino, il disastro viene ricondotto ad una misura accettabile e si rafforza la fiducia nelle capacità dell'Uomo.


Ma com'è realmente la situazione a Fukushima?

cibo_radioattivo.jpg


La Tokyo Electric Power, la società che gestisce la centrale, ha annunciato che a breve sarà ripristinata l'elettricità all'interno della centrale,  garantendo, così, il funzionamento delle pompe di raffreddamento dell'impianto.


L'energia elettrica - informa il Corriere -  dovrebbe essere ripristinata in giornata per i reattori 1, 2, 5 e 6 e domenica per i reattori 3 e 4.


Quel che però preoccupa sono i livelli di radioattività superiori ai limiti legali riscontrati nel latte prodotto nei pressi della centrale nucleare di Fukushima e negli spinaci coltivati nella vicina prefettura di Ibaraki.


Circa un quinto di quello di una Tac sarebbe quello trovato negli spinaci!


Il portavoce del governo Yukio Edano ha cercato di rassicurare i cittadini, sul fatto che non c'è immediato pericolo alla salute, aggiungendo, però, che le autorità stanno cercando di individuare in quali luoghi del Giappone siano state inviate le partite radioattive impegnandosi a effettuare nuovi test.

  • shares
  • Mail