Insieme per 100.000: la malnutrizione uccide più che la guerra

StarvedforAttention-Bangladesh-Haviv-2430-thumb.jpg


Salvare almeno 100.000 bambini dall'emergenza della malnutrizione entro il 2013. È questo il nuovo obiettivo della campagna di raccolta fondi "Insieme per 100.000" di COOPI che è stata lanciata il 15 novembre su canali web e carta stampata.


La campagna durerà fino a marzo e ha come obiettivo di raccogliere fondi per 300.000 euro.


Qui lo spot:









L'emergenza malnutrizione ha iniziato a dilagare in seguito all'aumento dei prezzi del cibo nel 2008.


Ad oggi, sono 26 milioni i bambini malnutriti al mondo. Si trovano prevalentemente in Asia e Africa sub-sahariana. Di loro 2.5 milioni
muoiono ogni anno.


A differenza di altre malattie, la malnutrizione non ha effetti immediatamente visibili. Le drammatiche conseguenze fisiche e sociali possono verificarsi anche dopo anni. Un bambino malnutrito, ovvero che non ha ricevuto la giusta quantità di micronutrienti nei primi 1000 giorni di vita, rischia di sviluppare ritardi motori e cognitivi. Un danno gravissimo non solo per l'individuo colpito dalla malattia ma anche per la comunità in cui vive.


Un bambino malnutrito avrà infatti meno possibilità di accesso all'istruzione e di conseguenza minori probabilità di ottenere un lavoro dignitoso.


Insieme ai bambini, sono le mamme a rappresentare l'altro gruppo altamente vulnerabile all'emergenza malnutrizione. Una mamma malnutrita metterà al mondo con molta probabilità un bambino a sua volta malnutrito. Non potrà produrre latte in qualità e quantità sufficienti e di conseguenza dovrà ricorrere a bevande meno nutrienti.


Un circolo vizioso che COOPI sta cercando di spezzare attraverso interventi strutturati in Ciad e Repubblica Democratica del Congo. In particolare, COOPI si occupa di gestire centri di salute nutrizionale, riabilitare strutture sanitarie, formare il personale sanitario, sensibilizzare le madri sulle buone pratiche dell'alimentazione.


Il video seguente mostra, attraverso il racconto di un'infermiera, gli interventi di COOPI nell'Est Ciad, per la cura della malnutrizione e della salute materno-infantile:








Partecipando alla campagna "Insieme per 100.000" si può con €10 assicurare due settimane di cibo ad un bambino, con €150 curare un bambino gravemente malnutrito, con €1000 effettuare un'attività di screening sullo stato nutrizionale della comunità.


Vai qui per donare.

  • shares
  • Mail